Come cominciare il monitoraggio lato server

Modificato
22 gen 2024
Pubblicato
26 feb 2022
Disponibile anche in

Con l’evoluzione costante della pubblicità online avvengono le nuove difficoltà. Uno tranne loro è il monitoraggio lato server, uno strumento per il monitoraggio del comportamento dell’utente sui siti web che utilizzano server cloud al posto dei browser degli utenti. È apparso nel 2020, è abbastanza nuovo e non sono in molti ad essersi immersi con precisione in questo campo.

Se inizi una nuova iniziativa di marketing e decidi di fare pubblicità sui social media, devi assolutamente conoscere questo nuovo metodo di tracciamento. Abbiamo deciso di creare questo post del blog per i principianti nel mondo del lato server. Qui puoi trovare i benefici del monitoraggio lato server, una breve panoramica delle piattaforme più diffuse che supportano il tagging lato server, una discussione dei diversi casi d'uso e i vantaggi dei server Stape per sGTM.

1. Che cos’è il monitoraggio lato server?Copia il link a questa sessione

Se, come molte organizzazioni, non sei soddisfatto dell'incoerenza dei dati analitici e/o ti preoccupi della proprietà dei dati e della privacy, il monitoraggio lato server può aiutarti a risolvere alcuni dei tuoi problemi. Diamo quindi un'occhiata più da vicino a come funziona.

Con il tagging lato server,  i dati vengono condivisi tra le piattaforme di tracciamento e i fornitori terzi attraverso il server cloud. Si elimina l’uso del browser dell'utente. Un contenitore del server opera invece su un server cloud sotto il vostro controllo.

server-side tracking

L'introduzione del contenitore del server di Google Tag Manager ha influenzato notevolmente la popolarità del tagging lato server. Utilizzando l'interfaccia sGTM, è possibile implementare il monitoraggio da server a server per le piattaforme più diffuse. È inoltre possibile utilizzare GTM web come fonte di dati per il contenitore GTM server. È possibile collegare Google Tag Manager web e del server. Per alimentare i dati al server GTM, puoi utilizzare Google Analytics 4 o Data Tag/Data Client.

Nonostante l'apparenza sia simile a quella del web (tagging lato client), il contenitore GTM server utilizza il monitoraggio lato server, che opera secondo una logica completamente diversa.

2. Quali sono i vantaggi del monitoraggio lato server rispetto al monitoraggio lato cliente?Copia il link a questa sessione

Il monitoraggio lato cliente è una forma tradizionale  in cui i fornitori di analisi comunicano direttamente con il browser dell'utente. I tag del monitoraggio sono attivati, il contenitore viene caricato contemporaneamente al caricamento della pagina e tutti i dati di interazione vengono trasmessi ai fornitori di servizi di analisi. Ciò significa che la pagina è sovraccarica + la velocità della pagina è diminuita drasticamente + sono comparsi problemi con la sicurezza e con i cookie di terze parti.

browser tagging with google tag manager

A questo momento il tagging lato server viene in aiuto! Il monitoraggio lato server si può gestire la perdita dei dati causata da ITP, le limitazioni di iOS e gli AdBlocker, come la velocità del suo sito web e la protezione dei dati. L’uso di sottodominio personalizzato per il monitoraggio lato server, che crea i cookie di prima parte e flussi di dati lato server che non possono essere terminati o scoperti, è davvero la causa principale di tutto. 

L’interazione di monitoraggio avviene tra il browser e un servizio terza parte. Ma con il monitoraggio lato server, un punto intermediato è aggiunto. Significa che il cloud server procede la richiesta al posto di client browser. In questo caso, è il cloud server di Google Tag Manager. La richiesta viene prima al cloud server, dopo il server lo precede e invia al sistema di terze parti.

server-side tagging with google tag manager

3. Il monitoraggio lato server utilizzando Google Tag Manager.Copia il link a questa sessione

Preferiamo utilizzare Google Tag Manager del server riguardo alle altre piattaforme. I vantaggi principali di passaggio a GTM, nel nostro opinione, sono:

  • un minimo di coding sulle pagine. Significa che il tempo di carica del sito web è veloce. 
  • trasparenza e comodità. La configurazione facile e il monitoraggio degli script.
  • il sistema di controllo della versione. Alcuni cambiamenti possono essere facilmente cancellati e tornati allo stato precedente, e tenere traccia di chi ha fatto i cambiamenti, dove e quando. 
  • il modo di multi utente.

Visita questo post del blog se vuoi se vuoi configurare il tagging lato server di Google Tag Manager per il suo sito web.

4. Perché stape è il modo più facile ed economico per cominciare il monitoraggio lato serverCopia il link a questa sessione

Utilizzando stape, puoi configurare il server GTM in meno di 1 minuto e noi siamo la soluzione più economica sul mercato. Stape è conveniente perché acquistiamo i server in blocco e per un periodo prolungato.Inoltre, abbiamo ottimizzato i nostri server per funzionare solo con Google Tag Manager. 

Oltre a questo, abbiamo altri vantaggi:

1. Custom gtm.js and gtag.js loader. Aiuta a rendere gli script di Google Tag Manager e/o Analytics 4 più resistenti ai blocchi.

2. Global CDN. Consente un servizio più rapido dei file js utilizzando un server che risiede più vicino al visitatore del sito. Ne consegue una maggiore velocità della pagina che può influire positivamente sul posizionamento organico.

3. Logs. Una funzione utile quando si imposta o si risolvono i problemi di tagging lato server. Aiuta a capire quali dati sono stati inviati al server e come sono stati elaborati. Ad esempio, è possibile verificare se tutti gli eventi di acquisto hanno avuto lo stato 200 (il che significa che sono stati gestiti correttamente) o controllare tutte le richieste con un codice di risposta 500.

4. Preview header. Aiuta a vedere tutte le richieste in arrivo nel debugger di sGTM quando la richiesta non è stata inviata da GTM Web.

Potete leggerli tutto in questo post del blog.

Per ora, l'hosting di stape.io ha due piani standard: Pro e Business. Il piano Pro costa 20 dollari al mese e copre l'ambiente di produzione minimo di Google: 3 istanze e fino a 500 000 richieste al mese. Il piano Business utilizza 5 server con un massimo di 5.000.000 di richieste mensili.

Per i siti web ad alto volume, offriamo piani personalizzati. Non esitate a utilizzare il calcolatore dei prezzi per valutare il piano migliore per il vostro sito.

5. Come cominciare il monitoraggio lato server Copia il link a questa sessione

Se sei nuovo e ti sei perso tra tutte le configurazioni, qui di seguito puoi trovare l'elenco essenziale di come puoi iniziare con il tagging lato server.

Impostare il contenitore del server Google Tag ManagerCopia il link a questa sessione

Il primo passo da compiere quando si inizia con il tagging lato server è la configurazione del contenitore sGTM. Utilizzando stape, è possibile configurare un server di tagging per il contenitore sGTM in un solo clic. Tutto ciò che si deve fare è:

2. Creare un nuovo contenitore.

3. Aggiungere il nome del contenitore e selezionare Server come piattaforma di destinazione, quindi fare clic su Crea.

4. Selezionare Fornitura manuale tagging server.

5. Copiare la configurazione del contenitore.

6. Accedere il tuo account app.stape.io. 

7. Fare clic su Crea contenitore.

8. Aggiungere il nome del contenitore, incollare la configurazione del contenitore copiata da Google Tag Manager e selezionare la posizione del server. Si consiglia di selezionare una posizione del server più vicina ai visitatori del sito web.

add a container at stape

9. Questo passo è opzionale, ma vivamente consigliato. Puoi configurare un dominio personalizzato per il tuo tagging server e attivare CDN. Il dominio personalizzato aiuto ad impostare i cookie di prime parti, mentre i server CDN globali eseguono il js dei file da server più vicini alla posizione dell'utente. Prima di attivare il CDN globale, controlla le politiche di monitoraggio del tuo Paese.

10. Dopo aver attivato questi due (oppure uno), hai bisogno di aggiornare le configurazioni DNS. Troverai le configurazioni DNS nel tuo contenitore nell’account 3Shape.

11. Fare clic su Crea. Potrebbero essere necessari circa 10 minuti per distribuire il contenitore. Una volta che lo stato del contenitore è in esecuzione, si può procedere con la configurazione dei tag lato server.

12. Aprire le impostazioni del contenitore del server di Google Tag Manager e aggiungere gli URL del contenitore del server. Se è stato impostato un dominio personalizzato, utilizzarlo quando si configura l'URL del contenitore Server. Se non si è configurato il dominio personalizzato al punto 9, si può copiare l'URL del server di tagging dall'app.stape.io che abbiamo creato per voi.

add tagging server URL

 13. Se si è impostato un dominio personalizzato al punto 9, si consiglia di aggiornare lo script GTM sul sito. Utilizzate il tuo dominio personalizzato per sostituire tag manager.google.com.

Server Universal AnalyticsCopia il link a questa sessione

Sebbene Google abbia annunciato che non elaborerà più nuovi dati nelle proprietà Universal Analytics standard a partire dal 1° luglio 2023, alcuni utilizzano ancora UA e potrebbero voler passare da UA web a UA server.

L'impostazione di Universal Analytics è un gioco da ragazzi! Visita questo post per vedere le informazioni dettagliate. Di seguito si trova una rapida guida passo-passo su come impostare un server Universal Analytics.

1. Vai al contenitore del server di Google Tag Manager. Fare clic su Clienti e aggiungere i client Universal Analytics.

transport URL universal analytics

2. Crea i tag Universal Analytics all'interno del contenitore del server. Andare su tag -> fare clic su Aggiungi nuovo -> scegliere UA.

3. Crea i trigger per i tag che hai creato nel passaggio precedente. Per il tag UA, il trigger deve essere il nome del client uguale a Universal Analytics.

4. Apre la modalità di debug del contenitore del server di Google Tag Manager e verifica che UA funzioni dal server. Si noti che il debugger del server impiega più tempo del web per aggiornarsi. Per verificare la configurazione, aprire la console e controllare le richieste di Google Analytics. Una volta che tutto è stato configurato, non dimenticate di pubblicare le modifiche.

server Universal Analytics

Server Google Analytics 4Copia il link a questa sessione

La configurazione del server Google Analytics 4 è simile all'impostazione di UA:

 1. Vai al contenitore del server di Google Tag Manager. Fare clic su Clienti e aggiungere il client Google Analytics 4.

2. Crea i tag GA4 all'interno del contenitore del server. Andare su tag -> fare clic su Aggiungi nuovo -> scegliere GA4.

3. Crea i trigger per i tag che hai creato nel passaggio precedente. Per il trigger GA4, il nome del cliente deve essere uguale a GA4.

4.  Apra la modalità di debug del contenitore del server di Google Tag Manager e verifichi che GA4 funzioni dal server. Si noti che il debugger del server impiega più tempo del web per aggiornarsi. Per ricontrollare la configurazione, aprire la console e controllare le richieste di Google Analytics. Una volta che tutto è stato configurato, non dimenticate di pubblicare le modifiche.

Server Google AdsCopia il link a questa sessione

Se vuoi avere dati sufficienti per esaminare le prestazioni della tua campagna pubblicitaria e fornire agli algoritmi di apprendimento automatico di Google ulteriori conoscenze sugli obiettivi della tua azienda, il monitoraggio delle conversioni di Google Ads è una necessità. Lo spostamento dei tag di Adwords su un server ridurrà la quantità di codice da eseguire sulle pagine web e aiuterà a risolvere i problemi di performance delle connessioni Internet più lente!

Il monitoraggio lato server di Google Ads può funzionare solo utilizzando le richieste del server GA4. Ciò significa che è necessario configurare Google Analytics 4 lato server prima di procedere a Google Ads lato server.

Si prega di dare un'occhiata a come configurare server Google Ads: 

1. Assicurarsi che Google Analytics 4 is set lato server sia impostato correttamente.

2. Nel contenitore Server, impostare il tag Conversion Linker. Questo tag deve attivarsi su tutte le visualizzazioni di pagina. 

3. Impostare il tag di remarketing di Google Ads nel server GTM. È simile all'impostazione di un tag di remarketing web. È sufficiente aggiungere un ID di conversione e scegliere un trigger che deve utilizzare le richieste di GA4. Si può anche decidere di inviare dati di eventi di remarketing dinamico e di fornire parametri personalizzati.

4. Creare un nuovo tag Google Ads Conversion Tracking nel contenitore Server -> aggiungere l'ID di conversione e l'etichetta di conversione in modo simile all'impostazione del tag web Adwords. Quindi è possibile aggiungere i dati del prodotto e dell'utente. (sembra molto simile al funzionamento dell'API di conversione di Facebook). Se si inviano i dati dell'utente e del prodotto dal web al server, è possibile attivare queste caselle di controllo e selezionare i dati dell'evento come origine dei dati. La mia conversione sul server Adwords si attiva sull'evento di acquisto.

Facebook conversion APICopia il link a questa sessione

A differenza delle piattaforme di Google, Facebook raccomanda di utilizzare sia il monitoraggio via web che quello via server. Il vantaggio principale del metodo web+server è che utilizza ancora i cookie di terze parti (quando possibile). Il vantaggio principale dell'approccio solo server è che riduce il numero di script java di terze parti sul vostro sito e vi permette di controllare rigorosamente i dati inviati a FB. Sta a voi decidere se utilizzare il tracciamento FB web+server o solo il server.

L'impostazione del FB CAPI è più complicata, poiché richiede la deduplicazione degli eventi (quando si utilizza il metodo web+server), l'invio di parametri dell'utente, come e-mail, numero di telefono, nome/cognome, ecc.

Puoi visitare il nostro blog post su come configurare l'API di conversione di Facebook o guardare il nostro video sull'API di conversione di Facebook utilizzando Google Analytics 4.

Altre piattaformeCopia il link a questa sessione

Spero che a questo punto tu sia d'accordo con noi sul fatto che il tracciamento lato server è un must per le tue campagne di marketing. Ma è una tecnologia ancora relativamente nuova e non tutte le piattaforme la prevedono, come ad esempio Twitter. Per questo abbiamo creato un elenco di tutti i fornitori che supportano il GTM su server e ne abbiamo consolidato i requisiti, le istruzioni e la documentazione.

Le piattaforme più diffuse per il tracciamento lato server utilizzate dai nostri clienti sono:

6. Monitoraggio avanzato lato server Copia il link a questa sessione

Oltre all'implementazione diretta del tracciamento lato server descritta in precedenza in questo post, il tracciamento lato server offre alcune opportunità avanzate precedentemente non disponibili nel tracciamento web o difficili da implementare. Di seguito ne illustrerò alcune tra le più diffuse.

1. Collegare il CRM a sGTMCopia il link a questa sessione

È possibile servire webhook dal CRM a sGTM. All'interno di sGTM, è possibile recuperare i dati dei webhook e aggiungerli a qualsiasi piattaforma. Si possono utilizzare, ad esempio, per arricchire i dati dell'API di conversione di Facebook con i parametri dell'utente o gli eventi offline.  Oppure per inviare gli ordini in negozio dal POS a Google Analytics o per tenere traccia dei rimborsi.

2. Arricchire i dati con FirestoreCopia il link a questa sessione

Firestore è un database che archivia raccolte di documenti. sGTM consente di leggere e scrivere dati da/verso Firestore. sGTM e Firestore offrono opportunità illimitate in termini di arricchimento dei dati. Abbiamo una guida dettagliata su come leggere/scrivere dati su Firestore.

3. Google Sheet integrationCopia il link a questa sessione

Stape crea un tag personalizzato che consente l'integrazione di sGTM e Google Sheets. Si tratta di un'ottima opportunità per chi utilizza strumenti simili a Zapier per tracciare qualsiasi dato dal sito a Google Fogli. Strumenti come Zapier possono essere costosi, mentre con sGTM è possibile ottenere la stessa integrazione a prezzi quasi nulli. Consultate questo articolo sul tag Google Sheet per sGTM.

Questi sono i tre casi d'uso sGTM non standard più diffusi, ma abbiamo altri articoli nel post del blog.

7. Casi di studio sul monitoraggio lato serverCopia il link a questa sessione

Qui illustrerò i casi d'uso più comuni per il tagging lato server, ma non si dimentichi che ci sono molte altre possibilità che si possono trovare qui. Si noti che l'impatto del lato server e il modo in cui può cambiare la visione dei dati dipendono molto dal modo in cui lo si implementa. Infatti, in caso di scarsa integrazione, i risultati potrebbero essere ancora peggiori.

Il monitoraggio lato server è un argomento complicato poiché si basa su una nuova tecnologia, quindi è necessario assicurarsi che la persona che lo implementa esegua correttamente ogni suggerimento. 

Se per impostare il monitoraggio del server avete bisogno di aiuto, Stape è in grado di farlo! Sono sufficienti alcune rapide domande e vi risponderemo entro il giorno lavorativo successivo.

Utilizzo di un caricatore personalizzato StapeCopia il link a questa sessione

Il caricatore personalizzato è una delle caratteristiche più notevoli e popolari che Stape offre ai suoi clienti. Con l'aiuto di un caricatore personalizzato, è possibile rendere il tracciamento resistente agli Ad Blocker. 

Secondo una ricerca, circa il 25% degli utenti di Internet ha installato i blocchi degli annunci, il che significa che si può perdere circa il 25% dei dati degli utenti. Naturalmente, dipende dal tipo di utente e dal Paese. 

Supponiamo che abbia impostato un caricatore personalizzato e che utilizzi GA4 lato server per impostare FB CAPI. Il power-up Stape Custom Loader rende gtag.js e gtm.js invisibili agli adblocker. Un utente con un adblocker abilitato atterra sul vostro sito; in questo caso, non solo GTM e GA4 avranno registrazioni su questo utente, ma anche FB traccerà i dati. 

Con il tracciamento lato server e un caricatore personalizzato abilitato, è possibile tracciare fino al 30% in più di dati sui visitatori del sito web.

Facebook conversion APICopia il link a questa sessione

Facebook incoraggia gli inserzionisti a implementare le CAPI perché dovrebbero contribuire a ridurre il costo per acquisizione e a migliorare la misurazione.  

L'impatto dell'API di conversione di Facebook sui risultati delle campagne dipende in misura eccessiva dall'accuratezza e dalla precisione dell'implementazione. Facebook afferma che per ottenere i massimi risultati, è necessario utilizzare le seguenti best practice: 

  • utilizzare contemporaneamente FB pixel e FB CAPI
  • implementare la deduplicazione degli eventi
  • inviare i parametri dell'utente insieme agli eventi FB CAPI
  • condividere gli eventi in tempo reale 
  • migliorare il punteggio di qualità della corrispondenza degli eventi

Ciò significa che FB disporrà di dati di qualità per i pubblici personalizzati e lookalike. Inoltre, renderà più accurata l'attribuzione delle conversioni nel FB ads manager. Quando tutte queste best practice vengono implementate, i nostri clienti possono vedere fino al 98% delle conversioni nel gestore degli eventi FB.

KlaviyoCopia il link a questa sessione

L'integrazione lato server di Klaviyo offre le stesse possibilità di un'implementazione standard di Klaviyo, ma il vantaggio principale è che ss Klaviyo non rallenta il sito. 

Per alcuni dei nostri clienti, la rimozione del javascript di Klaviyo dal sito ha migliorato il punteggio di velocità della pagina di 7 punti.

Miglioramento della velocità delle pagineCopia il link a questa sessione

Lo schema ideale per l'implementazione del tracciamento lato server consiste nell'avere un'unica fonte di dati primaria per l'sGTM e utilizzarla per impostare il tracciamento ss per tutte le piattaforme. 

In questo scenario, è possibile eliminare dal sito tutti gli script di tracciamento di terze parti non necessari. Abbiamo un articolo con un caso di studio su come il tracciamento lato server influisce sulla velocità della pagina.

ConclusioneCopia il link a questa sessione

L'impostazione del monitoraggio lato server è un ottimo modo per migliorare le prestazioni del tuo sito web e ottenere dati più precisi. All'inizio può essere un po' scoraggiante da configurare, ma con l'aiuto di questa guida dovreste essere in grado di iniziare senza problemi.

Questo blog post ha raccolto le informazioni generali necessarie per iniziare a utilizzare il monitoraggio lato server. Qui abbiamo trattato tutte le guide e i casi d'uso possibili. Non esitate a scriverci a support@stape.io per ricevere assistenza. Capiamo le vostre esigenze e possiamo aiutarvi a immergervi nel mondo dei tag.

Avete bisogno di aiuto per impostare il tagging lato server?

Sono sufficienti alcune semplici domande. Fate clic su Richiedi un preventivo, compilate il modulo e vi invieremo un preventivo.

Richiedi un preventivo
Taggato con:gtm server

Ospita il tuo server GTM su Stape