Evita il blocco di Google Tag Manager dai AdBlocker

Pubblicato
16 set 2021
Disponibile anche in

Ad Blocking non è in alcun modo una strada a senso unico e l'impatto del monitoraggio del blocco degli script va ben oltre la semplice pubblicità.

In questi giorni sono state fatte molte app di AdBlock, ma cosa fanno davvero per te? Uno dei motivi per cui le persone potrebbero considerare di installarli sul proprio dispositivo o browser è gli annunci fastidiosi e pop-up che appaiono sul sito che stanno navigando.

Gli AdBlocker funzionano identificando gli script eseguiti prima che vengano visualizzati gli annunci e impediscono l'apertura di quei irritanti pop-up, dicendoci quanto sarebbe fantastico questo prodotto che stiamo guardando se solo i nostri occhi fossero migliori! Ma non solo gli annunci possono essere influenzati dagli AdBlocker.

In questo post racconterò come gli AdBlocker possono influenzare gli script del monitoraggio inseriti utilizzando Google Tag Manager (GTM). Inoltre mostrerò come evitare il blocco di Google Tag Manager da AdBlocker e condividerò alcuni consigli dell’uso del monitoraggio lato server.  

Questo post non incoraggia nessuno a tracciare gli utenti senza il loro permesso. Dovresti sempre rispettare le decisioni degli utenti e chiedere il loro consenso prima di avviare qualsiasi script del monitoraggio.

Alcune persone possono usare GTM per i motivi non di monitoraggio (come implementare il markup dello schema o aggiungere una chat sul sito). Se GTM è stato bloccato, potrebbe avere impatto negativo sulle classifiche organiche o sull’esperienza del cliente. 

Come gli AdBlocker influiscono su Google Tag ManagerCopia il link a questa sessione

AdBlocker è un software o un’estensione del browser che può alterare o rimuovere il contenuto pubblicitario dai siti web. Si può bloccare la pubblicità, il monitoraggio e altro contenuto utilizzando i metodi diversi. Uno dei metodi è il targeting di URL dove questo contenuto è stato originato. 

Per impostazione predefinita, la maggior parte degli AdBlocker prevengono solo gli annunci di essere visualizzati. Può essere fatto sia conoscendo l'URL della rete pubblicitaria (a causa di uno specifico database di URL che fa parte delle reti pubblicitarie) o utilizzando i nomi dei tag nel codice. 

La configurazione predefinita di AdBlocker non danneggerà Google Analytics o Google Tag Manager. Bloccheranno solo gli annunci sulla pagina visitata dall’utente.  

Ma gli utenti possono aggiungere le configurazioni e chiedere ad AdBlocker di rimuovere script del monitoraggio. In questo caso, Google Tag Manager non funzionerà. Significa che tutti gli script del monitoraggio che hai aggiunto all’interno di tag manager non funzioneranno. Se aggiungi gli script di Google Analytics al di fuori di Google Tag Manager, anch'essi saranno bloccati.    

Negli ultimi anni, sempre più persone hanno utilizzato gli AdBlocker per sfuggire agli annunci pubblicitari. Poiché le configurazioni avanzate di AdBlocker possono influire su GTM, anche i tuoi tag saranno influenzati. Le persone potrebbero non sapere nemmeno di aver bloccato la possibilità di contattare l'assistenza tramite chat sul sito. 

Come evitare il blocco di Google Tag Manager dagli AdBlockerCopia il link a questa sessione

2. Accedi il tuo account stape.io -> Clicchi sulle Impostazione sul lato destro del contenitore -> Clicchi su Installare web GTM.

custom loader power-up

3. Incollate il vostro ID di Google Tag Manager Web. Una volta cliccato su aggiorna, verrà visualizzato un codice GTM modificato che dovrete aggiornare sul vostro sito web. 

Sono state apportate due modifiche:

  • Il dominio googletagmanager.com è stato sostituito dal sottodominio personalizzato (ss.wp-demo.stape.io nel mio caso).
  • gtm.js è stato sostituito da ottpwgmj.js

Queste modifiche consentono di evitare il blocco di Google Tag Manager da parte degli ad blocker.

enter web container id

4. Aggiorni il codice GTM sul tuo sito con il codice GTM copiato dall’admin di stape.io.

Abiliti l’AdBlocker e usi la console per controllare se GTM è caricato. Il codice di Google Tag Manager non è stato bloccato ma puoi vedere che la richiesta di Google Analytics è stata bloccata. Nel passo successivo, mostrerò come prevenire il blocco di Google Analytics.

test GTM request

Impatto degli Adblocker sugli Universal Analytics lato serverCopia il link a questa sessione

5. L'Universal Analytics lato server rende i dati più precisi rispetto all'UA web. Ma la maggior parte dei browser Ad Blocker o Brave bloccheranno comunque le richieste UA. Esiste un modo per rendere gli UA ancora più resistenti ai meccanismi di prevenzione del tracciamento.

Questo metodo ha qualchi passi:

  • La configurazione di Data Tag che passerà i dati dell’utente dal web al server GTM
  • La configurazione di Data Client che elaborerà le richieste di Data Tag all'interno del contenitore del server GTM
  • La configurazione di tag UA nel contenitore del server che funzionerà con le richieste di Data Tag

6. Aggiungi Data Tag dalla galleria dei modelli web GTM.

7. Crei il nuovo tag -> Tipo di tag Data Tag -> Scegli il nome dell’evento -> Aggiungi il tuo URL del server GTM -> Aggiungi intestazione di anteprima -> Se attivi Invia tutto da DataLayer e Invia Dati Comuni, questo permetterà Data Tag di inviare tutte le informazioni trovate nel web GTM al server GTM. Aggiungi l’evento e i dati dell’utente che vuoi inviare al contenitore del server. 

set up data tag ga4

8. Apri il contenitore del server -> scarichi Data Client da Github -> Apri la scheda dei modelli e clicchi su Aggiungere Nuovo nella sezione dei modelli clienti -> clicchi su Salva.

import data client template

9. Crei il nuovo Cliente -> il tipo di cliente Data Client

10. Crei il nuovo Tag -> il tipo di tag Universal Analytics -> Aggiungi l’ID di Universal Analytics

I tag Universal Analytics non funzionano senza l'id del cliente.

Avete due opzioni:

  • aggiungere manualmente il client_id. In questo caso, è necessario aggiungere il client_id nel tag del server UA
  • utilizzare il client_id generato da Data Tag. In questo caso, è necessario abilitare "Genera sempre il parametro client_id" nel Data Client nel contenitore del server.
set up server-side universal analytics tag

11. Crei il trigger per l’evento UA  -> il tipo di trigger Personalizzato -> Il nome di Cliente è uguale a Data Client.  

set up server-side universal analytics trigger

12. Apri la modalità di anteprima nei contenitori GTM web e del server. Dovresti vedere che Data Tag è stato attivato nel contenitore web e il tag UA è stato attivato nel contenitore del server. 

test data tag
test server-side universal analytics request

13. Se si nota che entrambi i tag sono stati attivati, pubblicare i contenitori web e server. Ora si può testare la configurazione con adblocker. 

Abilitare nuovamente la modalità di anteprima del server GTM e copiare l'intestazione dell'anteprima facendo clic sui tre punti in alto a destra -> Fare clic su Invia richiesta manualmente -> Copiare l'intestazione HTTP X-Gtm-Server-Preview.

send request manually data tag

Aprire l'account stape.io e scegliere un contenitore -> Fare clic su Power-ups -> Configurazione dell'intestazione dell'anteprima -> Incollare l'intestazione dell'anteprima copiata nel passaggio precedente -> Salvare.

http preview header config

Aprire il sito Web con l'adblocker abilitato. Aprire la console e verificare se le richieste di Data Tag hanno funzionato.

test data tag request

Il tag UA dovrebbe essere attivato anche nell'anteprima del Server GTM.

test universal analytics request 

14. Per provare come funziona Universal Analytics, puoi usare i rapporti UA Real-Time.

!

Una volta terminato il test, non dimenticate di rimuovere l'intestazione di anteprima dal vostro account stape.io.

GA4 lato server e AdblockerCopia il link a questa sessione

Come per UA, anche i dati di Google Analytics 4 possono essere influenzati da software di prevenzione del tracciamento. Esiste un modo per superare queste situazioni utilizzando il caricatore GA4 personalizzato di stape. Se avete già impostato un caricatore web GTM personalizzato, anche il caricatore GA4 dovrebbe funzionare. Tutto ciò che dovete fare è aprire il vostro sito, andare alla scheda Rete e controllare la richiesta GA4. Dovrebbe assomigliare alla schermata qui sotto. Se non avete impostato un caricatore web GTM, seguite questi passaggi per abilitare l'accensione del caricatore personalizzato. 

custom Google Analytics 4 loader

La conclusione:Copia il link a questa sessione

Google Tag Manager non è disegnato come lo strumento del monitoraggio e può essere usato per tanti altri motivi diversi dal monitoraggio del comportamento degli utenti sul sito. Ecco perché il GTM bloccato può avere un impatto negativo su Google Analytics, Facebook o qualsiasi altro strumento di monitoraggio, e può andare ben oltre. 

In questo post del blog ho mostrato di come usare il lato server di Google Tag Manager per evitare il blocco GTM da l’AdBlocker. Ma alla fine, sta a te di impostare o no Google Tag Manager come descritto in questo articolo. 

Vi siete confusi?

Bastano poche semplici domande. Cliccate su Chiedere aiuto, compilate il modulo e vi invieremo un preventivo.

Chiedere aiuto
Taggato con:gtm server

Ospita il tuo server GTM su Stapeproprio ora!