Stape

Conversione API di Facebook per WordPress

Aggiornato
14 mag 2024
Pubblicato
30 mar 2023
Disponibile anche in

Stai cercando un modo facile per impostare la conversione API di Facebook per il tuo sito web WordPress? Questo post racconterà tutto che ti hai bisogno di sapere della Conversione API di Facebook. Poi seguiremo le istruzioni passo-passo sulla configurazione della conversione API di Facebook per WordPress con l’aiuto di plugin lato server GTM di Stape.   

Perché implementare FB CAPI per WordPressCopia il link a questa sessione

Abbiamo usato il Facebook Pixel per anni per vedere come le nostre pubblicità eseguiscono e generare grandi segmenti di pubblico per il remarketing. Ma l’influenza di Facebook Pixel sta diminuendo a causa dei miglioramenti della privacy di iOS 14 e dell'imminente scomparsa dei cookie il prossimo anno.

Per risolvere questo, Facebook ha lanciato delle nuove e migliorate versioni delle Conversioni API di Facebook. Questa tecnologia è sempre stata utile per i marketer che vogliono tracciare le conversioni correttamente, ma è ora cruciale per gli inserzionisti che vogliono rendere la loro strategia a prova di futuro in un ambiente che privilegia la privacy.

Resilienza agli ad blockerCopia il link a questa sessione

CAPI utilizza il monitoraggio lato server, che invia i dati direttamente dal tuo sito web a Facebook, bypassando limitazioni imposte dalla configurazione della privacy dell’utente e le restrizioni del browser, in quanto non si basa sui cookie. In addizione, si può aiutarti a bypassare gli ad blocker, in quanto le richieste del monitoraggio sono inviate dal tuo lato server piuttosto che il browser dell’utente. Questo può migliorare le prestazioni delle tue campagne pubblicitarie.

Ottimizzazione migliorataCopia il link a questa sessione

La Conversione API di Facebook per WordPress fornisce i punti dei dati aggiuntivi che ti possono aiutare a ottimizzare le tue campagne come gli eventi personalizzati tra quali sono il tempo sul sito, la profondità di scorrimento e l’invio di moduli. Questo ti permette di capire meglio il comportamento dell’utente di conseguenza. 

Miglior attribuzioneCopia il link a questa sessione

CAPI ti permette a attribuire le conversioni in modo più preciso alla pubblicità corretta, anche se le conversioni accadono dopo l’utente ha lasciato il tuo sito web. Questo perché il monitoraggio lato server consente di inviare i dati sull'evento di conversione direttamente a Facebook, senza fare affidamento sul browser dell'utente per attivare la richiesta di tracciamento.

Come configurare la Conversione API di Facebook per WordPressCopia il link a questa sessione

Configuri il contenitore del server di Google Tag Manager su stapeCopia il link a questa sessione

1. Vai a https://tagmanager.google.com/ e accedi il tuo account di Google Tag Manager.

Google Tag Manager account

2. Clicchi sul bottone “Admin” e sotto la colonna “Containers”, clicchi sul bottone “+ Create Container”.

Create Container

3. Scegli il nome per il tuo contenitore del server, scegli “Server” come il tipo del contenitore e clicchi sul bottone “Create”.

create server container in google tag manager

4. Scegli l’opzione a "Manually provision tagging server", e copi le configurazioni del contenitore che si apparisce. Salvi queste configurazioni in editor del testo come ti servirà più tardi. 

Manually provision tagging server

5. Accedi al tuo account sul nostro servizio o crei un nuovo account se non hai uno.

6. Dopo hai acceso, clicchi sul bottone “Create Container”. Nomini il tuo contenitore, inserisci le configurazioni del contenitore che hai copiato dal tuo contenitore del server di Google Tag Manager e scegli la posizione del server. Clicchi su “Create Container”.

create container at stape

7. Aspetti per circa 5 minuti il contenitore del server per distribuire. Aggiorni la pagina per aggiornare lo stato. Se il setup è eseguito correttamente, dovrebbe vedere lo stato “Running”. Se vedi “Error”, controlli che hai copiato le configurazioni del contenitore corretti. Contatti il supporto se l’errore persiste.

8. In questo passo, hai bisogno di configurare un tagging URL. 

Hai due opzioni:

  • Puoi scegliere di utilizzare il tagging URL che è stato creato per te e è stato ospitato sul tuo dominio (stape.io)
  • O use il dominio personalizzato. Consiglio vivamente utilizzare questa opzione perché te lo aiuterà a prevenire il monitoraggio da essere bloccato e aumentare la durata dei cookie.

Se scegli seguire la prima opzione, vai al passo 9. 

Se vuoi configurare il tagging URL personalizzato, clicchi su “Add domain” sotto stape fornito tagging URL -> accedi al tuo servizio di nome di dominio e crea un nuovo record DNS per il sottodominio che desideri utilizzare. Puoi utilizzare qualsiasi nome di sottodominio che desideri.

Aggiungi questi configurazioni:

    Type: A

    Name: ss (o qualsiasi altro nome di sottodominio che vuoi)

    IPv4 address: IP indirizzo dipende dalla locazione dei server. Puoi trovare l’indirizzo IP del dominio personalizzato nel tuo account stape.io.

    TTL: Auto

    Proxy status: disable

Le tue impostazioni dovrebbero essere così:

a custom tagging URL

9. Puoi attivare la funzione CDN Global per il contenitore del server, che utilizza la tecnologia Cloudflare per caricare js file da server vicino ai visitatori del tuo sito, che risultano in js file serviti più veloce e la velocità della pagina migliore. 

!

Considera le normative sulla privacy del tuo paese prima di abilitare Global CDN.

Dopo aver abilitato Global CDN, dovrai aggiungere il record CNAME per far funzionare Global CDN.

10. Aggiungi l’URL di tagging server al contenitore del server di Google Tag Manager passando a “Admin”, dopo “Settings” e scegli “Container Settings”.

Configurazione di plugin lato server GTM per WordPressCopia il link a questa sessione

1. Accedi il tuo WordPress Admin, vai ai plugin. Dopo clicchi su “Add New”, inserisci “GTM Server-Side,” scegli questo plugin e clicchi su installa adesso. Dopo eseguito, clicchi su Attivare. 

wordpress plugin by stape

2. Apri il plugin lato server GTM che hai installato nel primo passo e inserisci il tagging URL all’interno delle impostazioni di plugin. Dopo, scegli se vuoi aggiungere GTM web a tutte le pagine del sito o solo aggiungere la funzione di plugin senza aggiungere lo script GTM (questa opzione dovrebbe essere usata in caso se stai usando qualsiasi altro plugin che inserisce lo script GTM sul sito). Dopo, aggiungi ID di Google Tag Manager web, URL di tagging server e l’identificatore del contenitore di stape se vuoi utilizzare un caricatore personalizzato.

GTM Server-Side plugin

3. Se hai un sito web eCommerce e vuoi inviare eventi di e-commerce e dati dell’utente al livello dati, clicchi sulla seconda scheda del plug-in e attiva due caselle di controllo. Nota che può funzionare solo con i negozi woocommerce.

push ecommerce events and user data to the Data Layer

Configurazione di GA4 lato server Copia il link a questa sessione

1. All'interno del contenitore Web, creare un nuovo tag del tipo Google Tag. Aggiungere l'ID del tag Google.

Nella sezione Impostazioni di configurazione aggiungere i seguenti parametri:

  • Name: server_container_url
  • Value: Inserite l'URL

Aggiungere un trigger al tag GA4. Normalmente dovrebbe attivarsi su tutte le visualizzazioni di pagina.

set up Google Analytics 4 server-side 

È anche possibile creare una variabile Google tag: Impostazioni di configurazione che predefinisce le impostazioni dei tag di Google, se avete bisogno di utilizzare più tag di Google sul vostro sito web e non volete aggiungere manualmente le impostazioni per ciascuno di essi.

Questi parametri possono essere, ad esempio, un'impostazione che definisce se si desidera inviare un evento di visualizzazione della pagina ogni volta che si attiva un Google Tag, impostare i parametri UTM, l'ID del client, ecc. Esiste un elenco di parametri di configurazione standard di Google Tag.

2. Per impostare l'evento GA4, accedere alla sezione dei tag e creare un nuovo tag con il tipo di tag Google Analytics: Evento GA4. Aggiungere l'ID GA4 e il nome dell'evento; è disponibile un elenco di nomi di eventi standard.

È possibile creare una variabile Google Tag: Impostazioni evento che aiuterà a condividere i parametri dell'evento tra diversi tag evento GA4 o Google Tag. Può trattarsi, ad esempio, di proprietà dell'utente o del prodotto, e c'è anche un elenco di parametri standard per le impostazioni dell'evento.

Google analytics 4 events settings 
google tag event settings variable

3. Aprire il contenitore Server di Google Tag Manager -> fare clic su Client -> creare il client GA4 e salvarlo -> andare su Tags e impostare il tag GA4. Ricordare che GA4 invia automaticamente non solo pageview ma anche altri eventi. All'interno di Nome evento scegliere la variabile {{Nome evento}}. -> aggiungere il trigger Nome cliente uguale a GA4.

set up ga4 tag in the server container 
set up ga4 client in the server container 

4. Aprire la modalità di anteprima del contenitore server e verificare che vengano visualizzate le richieste di GA4. Pubblicare i contenitori Google Tag Manager aggiornati all'interno del server e del web.

test ga4 trigger in the server container 

Configurazione della Conversione API di Facebook per WordPressCopia il link a questa sessione

Hai due opzioni per configurare il tag della conversione API di Facebook:

Eredita da GA4 client: Copia il link a questa sessione

In questo caso, mapperemo i tuoi eventi GA4 in eventi standard di Facebook. Se non riusciamo a mappare l'evento GA nell'evento FB standard, lo registreremo come evento personalizzato. Tutto sarà fatto automaticamente, non è necessario impostare eventi FB.

1. Crei un nuovo Tag nel tuo contenitore del server. Vai alla galleria dei modelli della community e aggiungi il tag della conversione API di Facebook. Nel Tag selezionare eredita dal client. Compila il token di accesso API FB, l'ID pixel FB e l'ID test per vedere gli eventi all'interno dello strumento di test FB.

facebook conversion api

2. Aggiungi un trigger. Fai clic su trigger-> + nell'angolo in alto a destra-> impostazioni trigger e seleziona un trigger personalizzato-> questo trigger si attiverà su Some events-> Nome client uguale a GA4. Clicchi su Salva.

trigger configuration

Oltrepassare:Copia il link a questa sessione

In questo caso, dovrai configurare manualmente gli eventi FB.

Dovrai utilizzare gli eventi GA4 per attivare gli eventi del server di Facebook.

Prendiamo come esempio un evento “add_to_cart” e vogliamo inviare i parametri value, currency e item_id.

1. Crea un tag Evento GA4 nel tuo contenitore web o modificane uno esistente. Scegli la configurazione GA4 appena creata come "Configuration Tag" e imposta il nome dell'evento su "add_to_cart". E vogliamo inviare i parametri dell'evento: valore, valuta, item_id.

Create a GA4 Event tag in Web container

Prendiamo questi parametri dal DataLayer, ma poiché non passiamo tutti i dati dal DataLayer, vogliamo creare variabili per questi parametri.

Per creare queste variabili, dobbiamo eseguire un'anteprima nel contenitore web e aprire il data layer.

a preview in the web container

Creiamo una variabile per "valore".

Apri le variabili, crea una nuova variabile di livello dati, nel Nome variabile livello dati scrivi il percorso che possiamo vedere nel nostro livello dati per questo parametro. In questo caso, è ecommerce.value. Clicchi su Salva.

ecommerce.value

Ripeti il processo per gli altri parametri.

Torniamo al nostro GA4 tag e scriviamo i parametri che vogliamo passare quandoadd_to_cart è attivato. Aggiungi un trigger. Il tipo di trigger è un evento personalizzato che è attivato su tutti gli eventi personalizzati, il nome dell’evento “add_to_cart”. Clicchi su Salva.

 event name “add_to_cart”

2. Crei un nuovo tag della Conversione API di Facebook nel tuo contenitore del server. Vai alla galleria dei modelli della community e aggiungi il tag della Conversione API di Facebook. In questo caso selezioniamo override in Event Name Setup Method e il tipo di evento AddToCart. Compila il token di accesso API FB, l'ID pixel FB e l'ID test per vedere gli eventi all'interno dello strumento di test FB.

new Facebook Conversion API tag

Successivamente, inserisci i dati personalizzati che abbiamo deciso di passare a Facebook. Per questi parametri, dovremo anche creare variabili, ma ora in un contenitore del server con il tipo di variabile "dati dell’evento".

variable “event data“

Creiamo un trigger di evento personalizzato con il nome dell'evento add_to_cart che si attiva sul nome del client uguale a GA4. Clicchi su Salva.

event name add_to_cart

Verifica che il setup sia completo e correttoCopia il link a questa sessione

Apri il debugger dei contenitori web e del server GTM e clicchi attraverso il tuo sito. Nel contenitore del server GTM. dovrebbe vedere le richieste chiamati dal Tag della Conversione API di Facebook.

web and server GTM containers debugger

Puoi verificare questo evento all’interno di Facebook testing tool anche.

Facebook testing tool

ConclusioneCopia il link a questa sessione

È fondamentale essere aggiornati con la tecnologia moderna e l'era digitale in cui viviamo ora, quindi è fondamentale che tu comprenda l'enorme aiuto che puoi ottenere dalla tecnologia della conversione API di Facebook. Usarlo per WordPress può portare a un monitoraggio dei dati più accurato, tempi di caricamento più rapidi, maggiore conformità alla privacy e migliore targeting degli annunci.

Quindi, se sei pronto a implementare questo straordinario strumento nella tua strategia aziendale, non esitare a contattare il nostro team di supporto per qualsiasi aiuto di cui potresti aver bisogno per configurarlo.

Impostare l'API di conversione di Facebook?

Vi copriamo noi! Cliccate su Chiedere aiuto, compilate il modulo e vi invieremo un preventivo.

Chiedere aiuto
Taggato con:FacebookWordPress

Ospita il tuo server GTM su Stape